Condividi su:

Quando è consigliato l’esame Rx colonna vertebrale in toto sotto carico? E quali sono le modalità utilizzate per questo tipo di valutazione? Sono i due quesiti più frequenti ai quali risponde la specialista in Radiologia digitale del Centro Medico Arcidiacono di Roma, Francesca Mariani, partendo dalla distinzione del modus operandi radiologico.

Le discipline mediche che si avvalgono di questo tipo di accertamento basato sulla diagnostica per le immagini sono diverse, e perlopiù si concentrano sulla valutazione – sin dalla giovane età – di comportamenti e posture errati che col passare degli anni possano nuocere allo sviluppo morfologico del corpo ed in particolare al funzionamento della schiena.

rx colonna vertebrale in toto roma, rx colonna vertebrale in toto sotto caricoCome si effettua dunque una radiografia della colonna vertebrale in toto?

Spiega la dottoressa Mariani: “L’esame Rx della colonna vertebrale sotto carico si può effettuare in due modi: a riposo, ovvero da sdraiati, oppure sotto carico. In molti, erroneamente, credono che sotto carico voglia dire sotto sforzi particolari, finanche adoperando pesi. Nulla di più sbagliato. Sotto carico significa semplicemente eseguire l’esame in piedi, con il carico del corpo, per avere una visione totale della colonna vertebrale che sarà poi affidata alle valutazioni del medico professionista”.

LEGGI ANCHE: Rieducazione posturale globale per combattere la cervicalgia

Con questo tipo di esame si studiano “tutti i segmenti vertebrali – ricorda Mariani – dunque il tratto cervicale, dorsale, lombo sacrale, compreso il bacino”. Si ha un’unica immagine che dal rachide cervicale arriva al bacino, fino a studiare la colonna vertebrale al livello posturale.

L’esame Rx colonna vertebrale in toto sotto carico è necessaria per accertare:

  • Cifosi
  • Lordosi
  • Scoliosi
  • Deviazione laterale del bacino
  • Dismetria
  • Atteggiamenti scoliotici.

 

Come si esegue la valutazione con Rx colonna vertebrale in toto?

Attraverso due proiezioni radiografiche: una antero-posteriore, l’altra laterale. “È un esame non invasivo – ricorda la dottoressa Mariani – e può essere effettuato da chiunque, eccetto donne in gravidanza. Questo tipo di radiografia spesso viene richiesta dal pediatra, dall’ortopedico e dal fisiatra per monitorare la crescita strutturale dei giovani, in particolare in età adolescenziale o persone della terza età affette da artrosi, con protesti all’anca oppure al ginocchio, sempre per valutare la presenza di dismetrie o errori posturali”.

Rx alla colonna al Centro Medico Arcidiacono di Roma

Oltre alle radiografie da seduti per le persone diversamente abili e le valutazioni con MOC e Dental scan, la struttura sanitaria privata di Roma, sita in via di Prataporci (a due passi da via Casilina) dispone di tutte le apparecchiature digitali per poter effettuare gli esami Rx sulla colonna vertebrali in toto e sotto carico. Il reparto di Radiologia digitale è aperto tutti i giorni.

Per prenotare la tua visita:

CHIAMA ORA
06.2070889

Oppure scrivi a info@centromedicoarcidiacono.it

Condividi su:

2018 © Copyright Centro Medico Arcidiacono / P.IVA 09714261006 - Policy Privacy

Per Info        06.2070889