Condividi su:

vaccino bambini

Cosa devono fare i genitori riguardo la nuova direttiva dei Ministeri della Salute e dell’Istruzione sull’obbligo della vaccinazioni?

Iniziamo col dire che l’obbligatorietà delle vaccinazioni riguarda solo gli Asili Nido e le Scuole Materne a partire dall’anno scolastico 2017/18 (cioè quello attuale)

Allo stato attuale delle cose la documentazione andrà consegnata entro l’11 Settembre o, negli istituti in cui le lezioni cominceranno più tardi, il primo giorno di attività. Attenzione, il Ministero assicura che in caso di inadempienza il bambino rimarrà comunque iscritto alla scuola e potrà riaccedere ai servizi non appena la documentazione sarà consegnata. Il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin è stata molto chiara riguardo i tempi di attuazione della direttiva:

È molto rischioso dare deroghe o proroghe, perché così si lascia aperta un’area di rischio che colpisce i più deboli. È un tema di sicurezza, i bimbi piccoli sono tabula rasa sul piano delle difese immunitarie, abbiamo epidemie in corso, il morbillo continua, i dati sono molto allarmanti nei reparti di infettivologia e nonostante il calo fisiologico di agosto siamo preoccupati per l’inizio dell’anno scolastico

tacella vaccinazioni 2016Quali sono i vaccini obbligatori?

I vaccini richiesti per poter accedere ai servizi scolastici sono 9 per i bambini nati prima del 2017, 10 per gli altri e constano di 2 somministrazioni

  • Esavalente (obbigatorio per tutti), che copre poliomielite, difterite, tetano, epatite B, pertosse, haemophilus influenzae tipo b
  • Tetraente (obbligatorio dal 2017) che copre morbillo, rosolia, parotite, varicella (prima veniva eseguito il Trivalente che copriva le stesse malattie escludendo la varicella valido per l’iscrizione ai servizi scolastici se somministrato prima del 2017)

(ricordiamo inoltre che queste vaccinazioni sono sempre gratuite, sia se fatte nei tempi prescritti, sia se vanno effettuate come “recupero” per accedere ai servizi scolastici)

In cosa consiste la documentazione da portare agli istituti scolastici?

All’inizio del ciclo scolastico bisognerà presentare la documentazione che attesta lo stato di vaccinazione del minore e si potrà farlo in 3 modi:

  • Consegnando una copia del libretto o del certificato vaccinale. Ricordiamo che in caso di smarrimento dello stesso si dovrà richiedere una copia alla ASL locale e, in attesa del rilascio, si potrà consegnare una autocertificazione (potete scaricare il modulo anche dal nostro sito, nel box accanto)
  • Consegnando una attestazione della richiesta di vaccinazioni alla ASL competente
  • Consegnando le attestazioni che certifichino l’esonero o lo slittamento temporale delle vaccinazioni obbligatorie (per condizioni di salute, per naturale immunizzazione, per aver già contratto la malattia etc. etc.)

Scarica il modulo per l’autocertificazione vaccinale

A quali sanzioni vado incontro se non ottempero l’obbigo di vaccinazione?

Inizialmente la ASL di competenza invierà alla famiglia una lettera alla quale, se non si riceverà risposta, seguirà una richiesta di colloquio presso i loro uffici.

In caso di ulteriore mancanza di risposta scatterà la sanzione che va da un minimo di 100 ad un massimo di 500 euro e scatterà l’esclusione del minorenne dal servizio educativo fino al riappianamento della situazione.

Condividi su:

2018 © Copyright Centro Medico Arcidiacono / P.IVA 09714261006 - Policy Privacy

Per Info        06.2070889