Condividi su:

La TAC dentale aiuta il vostro dentista a individuare le anomalie emerse durante la panoramica dentale: è un esame di secondo livello approfondito, che può rendere noto lo stato di salute dell’osso su cui si intende installare protesi o nuovi impianti.

È consigliata per il suo basso grado di radiazioni (si ritiene che la dose subita da un paziente sottoposto a Tac Cone Beam sia 5-10 volte minore rispetto ad una Tac tradizionale) e per la rapidità di esecuzione che facilita anche la diagnosi per soggetti come ad esempio anziani e bambini.

L’effetto delle radiazioni, inoltre, termina immediatamente dopo l’esposizione, che dura dai 20 ai 40 secondi. È un esame indolore, anche se ci sono alcune controindicazioni che non bisogna assolutamente sottovalutare. In questo articolo cercheremo di fare maggiore chiarezza.

TAC dentale, quando è consigliata?

La TAC dentale viene consigliata per la pianificazione di interventi quali la implantologia oppure la protesizzazione delle arcate superiori ed inferiori. Si tratta di una verifica accurata che viene consigliata quando uno specialista vuole identificare con maggior chiarezza le problematiche nascoste nella nostra bocca e pianificare la posizione degli impianti, in modo tale da poter rispettare le strutture nervose e vascolari che risiedono a ridosso delle arcate.

APPROFITTA DELLA NOSTRA OFFERTA!

TAC dentale rischi

TAC dentale vietata in gravidanza
Come accade per tutti i tipi di radiografie, le donne incinte devono stare alla larga dalla TAC dentale: le lastre infatti sono assolutamente vietate alle donne in gravidanza, anche se la bassa dose di radiazioni potrebbe lasciar credere il contrario. Questo tipo di esame ha una esposizione alle radiazioni di gran lunga superiore rispetto a una ortopantomografia. Niente TAC dentale alle donne in gravidanza, dunque.

TAC dentale, quali rischi per le donne che allattano?
Le donne in allattamento possono sottoporsi alla Tc dentale. Come abbiamo già accennato, l’effetto della rx termina immediatamente, dunque il bambino non correrà alcun rischio: è possibile infatti allattare anche subito dopo una radiografia.

Quali sono i tempi per una TAC dentale?

La Tc dentale è un esame rapido e indolore, occorrono circa cinque minuti in tutto tra preparazione del macchinario ed esame stesso. L’esposizione è rapida, anche per questo viene particolarmente consigliata in quei soggetti come anziani e bambini che potrebbero risultare problematici da un punto di vista prettamente diagnostico. Quel che richiedere maggiore tempo, invece, è l’elaborazione delle lastre da parte dell’operatore radiografista: l’esecuzione delle ricostruzioni tridimensionali, la masterizzazione e la stampare delle pellicole su cui vi sono le immagini sono a discrezione del centro diagonistico.

DentalScan Cone Beam, che cos’è?

Dentalscan è l’altro nome della Tac dentale: produce lastre digitali con immagini tridimensionali per facilitare la ricostruzione dentale ad opera dell’odontoiatra. La tecnologia Cone Beam 3D (Tomografia Computerizzata) è in grado di svolgere scansioni delle arcate dentali mediante una bassa dose di raggi X, sottoponendo quindi il paziente ad un esame ancor più sicuro per la propria salute.

Vieni a sottoporti alla Dentalscan al Centro Medico Arcidiacono, ci trovi a Roma in via di Prataporci 52, zona Borghesiana Finocchio a pochi metri da Via Casilina, direzione Roma Sud.

PRENOTA ORA LA DENTALSCAN!
06.2070889

Condividi su:
Write a comment:

*

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2018 © Copyright Centro Medico Arcidiacono / P.IVA 09714261006 - Policy Privacy

Per Info        06.2070889

Contattaci
Fatti richiamare
Mandaci una mail
Chiamaci