Condividi su:

TAC e Risonanza Magnetica a confronto

Per i non addetti ai lavori, comprendere la differenza tra Tac e Risonanza Magnetica è principalmente dovuta alla preoccupazione per ciò che riguarda l’esposizione a Raggi X e quale delle due tecnologie diagnostiche possa essere maggiormente efficace. Possiamo rispondere a quest’ultimo quesito, indicando nel medico e nello specialista l’indicazione diagnostica più opportuna, lui conosce meglio di chiunque le potenzialità della risonanza magnetica e TAC e soprattutto quale tra le due risulta la più indicata nel caso specifico.

Cos’è la TAC

La TAC è lo strumento di diagnostica per immagini, basata su fasci di Raggi X elaborati da computer. Il termine TAC, al giorno d’oggi, non è quasi più utilizzato in quanto il progresso tecnologico ha raggiunto un importante risultato: la restituzione di immagini 3D.

Con l’acronimo T.A.C. si intende Tomografia Assiale Computerizzata, dove per assiale si indica una scansione 2D, quindi “piatta”. Con l’avvento della tridimensionalità quindi l’acronimo ha perso questa specificità, riducendosi in TC.

Presso il nostro centro possiamo toccare con mano questa grande innovazione grazie al macchinario Dentalscan Cone Beam, o TC Dentale. Lo strumento ideale per una corretta ricostruzione dentale.

Come ogni esame diagnostico elaborato mediante l’utilizzo di fasci RX, la TC non riporta particolari controindicazioni, tranne che nei casi di gravidanza o in quei particolari casi in cui, secondo indicazione medica, all’indagine mediante TAC viene preferita quella mediante RM.

Prezzo in PROMO Dentalscan: 1 Arcata € 60 – 2 Arcate € 90

Cos’è la Risonanza Magnetica

La risonanza magnetica è l’esame diagnostico per immagini che, a differenza delle radiografie e delle TAC, non prevede l’utilizzo di radiazioni ma l’impiego di campi magnetici, rendendo questo tipo di esame ancor più sicuro. La Risonanza Magnetica, inoltre, possiede un’efficace capacità di differenziare le singole strutture dell’articolazione (es. ginocchio, spalla).

Le uniche controindicazioni sono rivolte verso agli individui portatori di peacemaker o protesi.

Risonanza magnetica aperta

Altra differenza tra TAC e RM è la modalità con cui si effettua l’esame. Se la TC viene eseguita senza la necessità di essere visitati in spazi chiusi, la risonanza magnetica deve essere svolta in una cabina chiusa che, per molte persone, risulta fattore di attacchi di panico e claustrofobia.

Anche in questo il progresso tecnologico ha fatto balzi da gigante aprendo – letteralmente –  a tutti la possibilità di svolgere esami RM: con la risonanza magnetica aperta anche chi soffre di claustrofobia potrà eseguire il proprio esame ansie e fastidi.

 

Lo stiamo vedendo con i nostri occhi. Da quando la risonanza magnetica aperta osteoarticolare è entrata a far parte della nostra proposta diagnostica, tutti i nostri assistiti hanno potuto svolgere il proprio esame in totale tranquillità e sicurezza, consegnando al medico specialista esami di qualità superiore.

Costi Risonanza Magnetica Aperta: €70 – per tutti gli esami RM

In conclusione

Come detto, la differenza tra TAC e Risonanza Magnetica è soprattutto legata al tipo di tecnologia su cui si basano questi due esami diagnostici  e non sulla loro maggiore efficacia l’una rispetto all’altra. Questa valutazione, ci teniamo ancora una volta a sottolinearlo, deve essere condotta dal medico specialista in base al caso specifico.

Per maggiori informazioni, potete contattarci al numero 06 2070889; o inviarci una e.mail all’indirizzo: segreteria@centromedicoarcidiacono.it.

Condividi su:
Write a comment:

*

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2018 © Copyright Centro Medico Arcidiacono / P.IVA 09714261006 - Policy Privacy

Per Info        06.2070889

Contattaci
Fatti richiamare
Mandaci una mail
Chiamaci