Condividi su:

In estate, il rischio per i bambini di mettere su qualche chilo è più alto, a causa di strappi alla regola più frequenti: avete presente quegli alimenti golosi fuori orario spesso richiesti dai più piccoli? Si, stiamo parlando delle merendine, dei gelati e delle patatine che attirano l’attenzione delle papille gustative dei bambini.

Durante il periodo estivo, che per un bambino significa 3 mesi di vacanza dalla routine quotidiana dettata da orari scolastici e relative abitudini alimentari “controllate”, la tendenza a richiedere alimenti fuori orario aumenta, vuoi a causa di noia o di appetiti indotti dalle golosità stagionali: gelati in testa. Come fare quindi a fermare questi famelici bambini e dirottarli piuttosto verso alimenti più salutari?

Consigli alimentari estivi per i genitori

educare i bambini alla giusta nutrizione cucinando insieme a loroA suggerire consigli guida, sulla sana alimentazione dei bambini durante il periodo estivo, ci ha pensato la Sipps – Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale. Naturalmente il primo consiglio parte dalla scelta dei giusti alimenti condita da una abitudine alla quale tutti i genitori dovrebbero attenersi.

Secondo il vademecum presentato dal Sipps, la scelta di portare a tavola alimenti salutari come ad esempio verdure e pesce, deve essere accompagnata dall’abitudine di consumare i pasti in famiglia coinvolgendo i bambini nella scelta e nella preparazione degli alimenti. Questo al fine di far partecipare i più piccoli nella scelta dei cibi, e non parliamo delle merendine preferite, così da provocare un coinvolgimento che li sensibilizzi, con l’aiuto dei genitori, ad una scelta consapevole di alimenti nuovi. Coinvolgimento che deve essere attivato anche durante la preparazione dei pasti, abitudine consigliata anche nei casi di obesità infantile.

LEGGI ANCHE: Quando si può definire un individuo obeso? Fai il Test per misurare l’IMC.

Quali cibi e bevande sono più adatti ai bambini in estate?

I cibi elaborati devono lasciare spazio ad alimenti più facili da digerire. Quindi eliminare, o ridurre significativamente dalla dieta estiva, timballi e paste al forno. Al loro posto si potrebbe pensare ad un piatto unico e colorato come un’insalata di riso condita con verdure fresche o un panino composto da pane fresco con condimento di insalata, pomodori e verdure grigliate o prosciutto accompagnato da mozzarella e pomodori.

Dare spazio a verdure cotte o fresche come insalata, cetrioli o finocchi, pratici anche da portare in spiaggia. Evitare pietanze che richiedono lunghi tempi di digestione come frittate e carni panate, a maggior ragione in spiaggia.

Per ciò che riguarda l’assunzione di liquidi, in cima alla lista resta sempre l’assunzione di acqua a discapito di bevande zuccherate, forse più gustose ma di sicuro meno genuine. Per uno spuntino veloce si può tranquillamente dare ai propri bambini succhi di frutta o ancor meglio offrire loro frutta fresca di stagione, in quanto ricca di fibra e più nutriente di un succo di frutta o di una merendina. Per ciò che riguarda un capitolo importante dell’estate, ovvero il gelato, il consiglio è quello di non utilizzarlo come pasto sostitutivo e prediligere quelli a base di frutta a quelli cremosi, più ricchi di grassi e zuccheri.

In conclusione

Far apprendere fin da piccoli l’importanza della scelta degli alimenti è un grande passo che previene il rischio di obesità infantile. Questo non vuol dire privare il bambino di alimenti, ma educarlo ad una alimentazione sana ed equilibrata che, quando unita ad attività fisica, potrà permettergli anche qualche strappo alla regola… fai sempre prevenzione!

Necessiti di consigli nutrizionali? Contattaci allo 06.2070889

 

Condividi su:
Write a comment:

*

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2018 © Copyright Centro Medico Arcidiacono / P.IVA 09714261006 - Policy Privacy

Per Info        06.2070889

Contattaci
Fatti richiamare
Mandaci una mail
Chiamaci