Condividi su:
ecografia 3d roma | Differenza tra ecografia 3d e ecografia 4d |

Ecografia 3D

Quali sono le differenze tra l’ecografia 3D e l’ecografia 4D? È una delle domande più frequenti delle future mamme che intendono sottoporsi ad un esame per conoscere in anticipo il proprio bambino.

Mentre l’ecografia 3D si basa sulla ricostruzione ed elaborazione computerizzata delle normali ecografie bidimensionali, con l’ecografia 4D si hanno immagini quadrimensionali (cioè tridimensionali ma in movimento) ed in tempo reale.

Le emozioni ovviamente cambiano, in maniera direttamente proporzionale alla vista del piccolo: ecco perché sono sempre più le mamme che preferiscono l’ecografia 4D all’ecografia 3D. Ma procediamo per ordine.

Le immagini restituite in tonalità di grigio sono quelle della bidimensionale, ovvero l’ecografia standard. Il passaggio a ecografia 3D ed ecografia 4D è dovuto all’evoluzione tecnologica. L’ecografia classica sfrutta la sezione di strutture che attraversa la parte interessata per “ridare in video” delle immagini accurate. Nelle metodiche in 3D ed in 4D, l’apparecchiatura memorizza un certo numero di sezioni ed effettua il cosiddetto “rendering“, che consente di ottenere un’immagine tridimensionale estremamente accurata e molto simile all’originale. Immagini che per qualità sono quasi sovrapponibili a quelle della indagine invasiva della fetoscopia e che raffigurano com’è realmente il feto, come se venisse fotografato dall’interno del “pancione” materno.

Ecografia 3D

Ma qual è la sostanziale differenza tra l’ecografia 3D e quella 4D? Con l’ecografia 3D si ottengono immagini statiche, non in movimento: si tratta di foto del feto da cui si evince la fattezza. Quanto l’acquisizione dei fotogrammi va effettuata muovendo manualmente la sonda, dunque l’acquisizione a volte è relativamente indaginosa. Quindi, oltre ad una qualità del risultato che può risultare incerto, si hanno anche tempi di acquisizione che possono risultare relativamente alti. Spesso infatti occorre ripetere la procedura più volte allo scopo di ottenere immagini soddisfacenti.

Ecografia 4D

L’ecografia 4D consente invece di visualizzare in tempo reale l’immagine tridimensionale in movimento del bambino. I suoi movimenti nel momento stesso dell’esame ecografico, apprenderne già le fisionomie e le espressioni. Con l’ecografia 4D inoltre il medico potrà valutare lo stato di sviluppo del feto e constatare la presenza o meno di problematiche, quali per esempio: piede torto o labbro leporino.
Si vedrà quindi in diretta, il feto muovere le manine, succhiarsi il dito, giocherellare con il cordone ombelicale eccetera. Nel caso dell’ecografia quadrimensionale vengono utilizzate speciali sonde chiamate ‘volumetriche’, in grado di acquisire 25-30 fotogrammi al secondo senza movimento della sonda; ne consegue una immediatezza nella visualizzazione dei particolari tridimensionali fetali.

SCOPRI L’ECOGRAFIA 4D

Presso il nostro centro medico, sito a Roma in Via di Prataporci 52, potrai svolgere la tua ecografia in 3D o in 4D. A seconda dei tuoi desideri. Per maggiori informazioni, o prenotare una ecografia 3D, puoi contattarci al numero: 06. 2070889.

Condividi su:
Write a comment:

*

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2018 © Copyright Centro Medico Arcidiacono / P.IVA 09714261006 - Policy Privacy

Per Info        06.2070889

Contattaci
Fatti richiamare
Mandaci una mail
Chiamaci