rm della spalla
Condividi su:
Risonanza Magnetica della spalla - Coronale Spalla

Risonanza Magnetica della spalla – Coronale Spalla

La Risonanza Magnetica della spalla è un esame non invasivo che ci permette di evidenziare i tessuti molli della articolazione gleno-omerale (muscoli, tendini, legamenti) che non si possono apprezzare con la tradizionale radiografia.
Le patologie che si riescono a diagnosticare sono multiple, come patologie flogistiche (infiammatorie), versamenti articolari, sofferenza ossea (edema intraspongioso), patologie tendinee e legamentose per esempio le disfunzioni a carico dei tendini che compongono la cuffia dei rotatori, denominati tendine SOVRASPINOSO, SOTTOSCAPOLARE, INFRASPINATO, PICCOLO ROTONDO.
Spesso sono causate sia da un trauma in acuto o da una ripetuta sollecitazione dell’articolazione. Permette di evidenziare stato dell’articolazione Gleno-omerale.
Questa risonanza è utile per completare il quadro diagnostico della spalla dopo una Radiografia per escludere patologie prettamente ossee o dislocazioni/lussazioni della testa omerale dalla sua sede fisiologica.

POSIZIONAMENTO DEL PAZIENTE 

Il paziente viene invitato a spogliarsi e togliersi tutti gli oggetti metallici che porta addosso (reggiseno, catenine, magliette con bottoni/brillantini, cinta, orecchini, piercing).
Una volta pronto, il paziente si sdraierà supino sul lettino della risonanza con il braccio lungo il corpo e la mano aderente al fianco in posizione neutra. È richiesta grande partecipazione e collaborazione al paziente in quanto non dovrà muovere il torace né il braccio per tutta la durata dell’esame che si aggira attorno ai 30 minuti.
Viene compresa la visualizzazione delle strutture anatomiche della spalla in generale fino a comprendere la parte iniziale dell’omero, articolazione acromion-claveare e gleno-omerale.

Il paziente verrà quindi posizionato con la spalla al centro del magnete con le gambe fuori dal magnete.

rm della spalla

Tutte le Risonanze Magnetiche Aperte
a partire da 70 euro!

Chiama ora lo 06.2070889   

 

RISCHI E CONTROINDICAZIONI DELLA RISONANZA MAGNETICA DELLA SPALLA 

Risonanza Magnetica della spalla - Sagittale Spalla

Risonanza Magnetica della spalla – Sagittale Spalla

Essendo un esame che sottopone il paziente ad un campo magnetico, se pur basso, controindicazioni primaria e assoluta è la presenza del pacemaker all’interno del corpo del paziente. Inoltre, i pazienti che hanno protesi metalliche in qualsiasi parte del corpo, devono portare documentazione dell’intervento a cui sono stati sottoposti in sede di esame di RM. Il Tecnico di Radiologia insieme al Medico Radiologo, avranno il compito di constatare se la protesi metallica è compatibile con la risonanza magnetica (quindi di materiale non ferromagnetico).
Una protesi localizzata nella sede di esame compromette l’efficacia diagnostica dell’esame poiché NON si riusciranno ad avere immagini di quella zona.

La risonanza magnetica NON UTILIZZA RAGGI X.

 

 

Approfondisci sulla Risonanza Magnetica

 

La Risonanza Magnetica della spalla
Centro Medico Arcidiacono

 

Condividi su:
Write a comment:

*

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2018 © Copyright Centro Medico Arcidiacono / P.IVA 09714261006 - Policy Privacy

Per Info        06.2070889

Contattaci
Fatti richiamare
Mandaci una mail
Chiamaci