Condividi su:

Il vostro bambino ha problemi nell’addormentarsi? Provate a spegnere il vostro telefonino un’ora prima di andare a letto. Non è affatto un caso isolato, il vostro: rientrate in una statistica molto diffusa ormai in Italia e che riguarda il 25% dei bambini al di sotto dei cinque anni di vita.

Alla base di questa disfunzione vera e propria, secondo gli studi più recenti, ci sarebbe la luce dei device che è in grado di ridurre la produzione della melatonina, sostanza che regola il ritmo circadiano del sonno e che favorisce l’addormentamento. Una delle prime regole per dormire bene e far riposare il vostro bambini è dunque quella di mantenere tutti gli apparecchi elettronici, inclusa la televisione, il computer e il cellulare fuori dalla stanza da letto.

A letto i veri rischi per il bambino

Nella stanza da letto si nascondono i primi nemici del sonno del vostro bambino: nel decalogo della Società Italiana di Pediatria per migliorare la qualità del riposo notturno di grandi e piccini, viene fatto notare che anche far dormire il bambino sempre nello stesso ambiente (che sia la sua cameretta o nei primi mesi quella dei genitori) adeguatamente preparato, con luci soffuse e senza appunto apparecchi elettrici accesi, ed eventualmente con una musica dolce e monotona di sottofondo, è una soluzione auspicabile.

Abitudini sane, come riti prima del sonnellino

Non farlo addormentare in ambienti diversi, come sul divano in sala mentre si guarda la televisione è di sicuro una buona idea. Sono dei rituali che bisogna costruire attorno al bimbo per prepararlo al sonno. Una sorta di apprendimento che deve essere lontano da ritmi frenetici e cattive abitudini dei genitori, come ad esempio una alimentazione sbagliata (troppo pesante, ad esempio, oppure fuori orario).

LEGGI ANCHE: Gravidanza in estate, consigli utili per combattere il caldo

Il rito più importante da rispettare fedelmente è “l’ora delle ninne”: bisogna infatti abituare il piccolo sin dalla tenera età ad addormentarsi sempre alla stessa ora, adattando i ritmi della famiglia a quelli del bimbo e non viceversa (se si tiene sveglio il bambino perché il papà arriva tardi e vuole giocare si sposta in avanti tutto il suo sonno).

 

Condividi su:
Write a comment:

*

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

2018 © Copyright Centro Medico Arcidiacono / P.IVA 09714261006 - Policy Privacy

Per Info        06.2070889

Contattaci
Fatti richiamare
Mandaci una mail
Chiamaci