Condividi su:

Un classico di ogni estate: la scottatura provocata dalla sovraesposizione ai raggi solari. Cominciamo subito dicendo che l’esposizione prolungata ai raggi UV, oltre che provocare problematiche di tipo cutaneo, può causare danni anche gravi alla vista: la sovraesposizione solare porta con sé il rischio di sviluppare cataratta o la degenerazione maculare degli occhi che ha come ultimo stadio la cecità.

I rischi maggiori si hanno con le scottature avute in giovane età, in quanto aumenta in rischio che con il passare degli anni la pelle sviluppi carcinomi, cicatrici, lentiggini e rughe.

Leggi anche: Conosci il tuo Fototipo? Difendi la pelle con creme solari adatte

Cosa sono i raggi UV e come provocano le scottature

I raggi UV sono composti da 3 tipologie: i raggi UVA, UVB  e UVC. Gli studi confermano che oltre i raggi UVB, anche quelli UVA possono recare danni, nonostante la minore intensità con i quali essi raggiungono l’atmosfera terrestre. Il culmine della loro intensità la raggiungono, come ben noto, durante le ore che vanno dalle ore 10 alle ore 14, in particolar modo nel periodo che va dalla tarda primavera ad inizio autunno. Inoltre, i raggi UV sono molto più potenti ed intensi quanto più ci reca in zone in cui l’altitudine è alta: è utile ricordare che anche in montagna è utile osservare le giuste pratiche preventive per evitare scottature.

Altro fattore, spesso sottovalutato, è che i raggi UV colpendo superfici come sabbia, acqua e neve tende a rimbalzare, processo che porta un vero e proprio “bombardamento” sul nostro corpo: quando siamo immersi in acqua, secondo tale principio, il nostro corpo cattura molti più raggi UV, in quanto il corpo viene interamente bombardato dai raggi solari, causando così scottature.

 

Vuoi controllare la salute della tua pelle?
Prenota una visita Dermatologica.

 

Quali sono i sintomi da scottatura solare?

Il primo e visibilmente rilevante segnale che ci avvisa di essere in presenza di una scottatura solare è l’arrossarsi della pelle, con relativo calore. Nelle ore subito successive si proverà quindi dolore e fastidio quando si indossano indumenti o si sfregano le zone colpite dalla sovraesposizione. Nei giorni successivi alla scottatura si potranno verificare bolle colme di siero e desquamazione (spellatura). Questi segnali indicano l’avvenuto processo di rigenerazione cutanea attivato dal nostro organismo.

Qusti sono i segnali indicanti uno stadio di scottatura non preoccupante, o comunque “normale” quando non si è provveduto a mettere in pratica comportamenti preventivi: uso di creme adatte al proprio fototipo, esposizione nelle ore più calde, protezione dai raggi UV mediante cappelli, magliette ecc.

Quando la pelle è maggiormente danneggiata, le bolle che si formeranno saranno molto più dolorose, sintomo di scottatura di II grado, che richiederà un periodo di guarigione più lungo ed attento.

Nei casi più gravi di scottature da sovraesposizione da raggi UV, si potranno avere, oltre ai sintomi cutanei presentati, anche altri fenomeni, quali:

  • bolle estese e dolenti
  • nausea
  • febbre
  • brividi
  • polso rapido
  • respirazione rapida
  • vertigini
  • disidratazione
  •  perdita di coscienza

In questi casi l’intervento medico è fortemente consigliato!

Come detto ad inizio articolo, gli individui che hanno avuto molte scottature solari durante la propria vita sono più propense a sviluppare danni cronici della pelle come rughe, invecchiamento precoce, macchie senili, lentiggini, cheratosi solari, tumore della pelle, cicatrici, ecc.)

Come intervenire in caso di scottatura

Nei casi di scottature lievi, il comportamento da assumere è quello di bere molta acqua, questo per conservare la pelle ed il corpo ben idratato scongiurando il pericolo di disidratazione.

Nei casi di scottature gravi, si potrà intervenire con impacchi di acqua tiepida, non fredda e se la situazione non migliora contattare subito il primo soccorso o il medico curante.

In conclusione

I raggi solari sono un vero e proprio rimedio naturale per il nostro organismo, a patto che le sue proprietà benefiche siano correttamente acquisite.  Passeggiare sulla sabbia per ritrovare serenità e benessere, nuotare o fare sport sulla neve aiuta il nostro benessere psicofisico e ci aiuta a ricaricare le energie, perchè quindi rovinare tutto con delle inutili, pericolose ed evitabili scottature?

Vuoi controllare la salute della tua pelle?
Prenota una visita Dermatologica.

 

 

 

Condividi su:
Write a comment:

*

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2018 © Copyright Centro Medico Arcidiacono / P.IVA 09714261006 - Policy Privacy

Per Info        06.2070889

Contattaci
Fatti richiamare
Mandaci una mail
Chiamaci